MASSERIA SANTA FILOMENA
OSTUNI 2022

Masseria Santa Filomena padroneggia dall’alto la piana degli ulivi secolari e il mare della costa adriatica della città bianca di Ostuni.
La Masseria si presenta imponente con i suoi tre piani che si ergono su un frantoio ipogeo in cui si lavoravano le olive e si produceva l’oro di Puglia, un olio famoso in tutto il mondo per le sue caratteristiche uniche.

Oggi la masseria, con il sapiente lavoro di restauro degli architetti Flore & Venezia è pronta ad ospitare amanti della Puglia che intendono immergersi nella storia plurisecolare di una struttura completamente realizzata in pietra e con coperture a volte di assoluto fascino.

Il piano terra della masseria oggi è perciò destinato agli spazi comuni: cucine, zona pranzo e un living che è collegato con l’eterno con 2 grandi aperture ad arco che dialogano con un camino in pietra realizzato con materiale di recupero della vecchia costruzione. Questo piano nel passato era destinato a stalle e fienili, un’architettura povera ma maestosa allo stesso tempo; le volte in pietra, lasciate tali, spiccano dai pilastri bianchi di calce che ne sorreggono il peso.

Il piano primo, la casa padronale  ha mantenuto le stesse caratteristiche del passato, oggi ospita 6 suite e dopo una attento studio dei pigmenti sulle pareti presenta ancora la stessa scansione cromatica che conferisce allo spazio colorazione che varia ogni istante della giornata a seconda della luce esterna. Il salone principale presenta un loggiato con tre archi, che domina tutta la valle sottostante con il mare azzurro che fa da sfondo agli uliveti.

Gli interni sono molto semplici, pochi elementi d’arredo, a volte di recupero, sapientemente in dialogo con le strutture murarie. Particolare attenzione è stata dedicata alla illuminazione , mai sfavillante. Pochi corpi illuminanti rievocativi di un passato che si proietta verso il futuro. Molte lampade in pietra sono state disegnate dagli architetti e customizzate per loro dalla ditta Progetto Arte di Matera. Altre lampade in tessuto presentano dei colori che si combinano sapientemente con i colori degli interni.

Gli esterni, i giardini, l’aranceto perimetrato da murature in tufo che proteggono le piante dal vento di maestrale, fanno da basamento visivo della struttura masserizia. I muretti in pietra a secco delimitano i percorsi, sostengono i salti di quota del terreno dando vita a terrazzamenti. Su uno di questi terrazzamenti una piscina alle forme organiche si dipana tra gli ulivi secolari e si fonde con la vista di un mare azzurro che sembra quasi di poter toccare. Fanno da sfondo alla piscina ampie zone coperte da esili strutture in ferro sotto cui trovano collocazione ampie sedute bianche con cuscini per i quali si sono usati tessuti naturali dai colori tenui.

Tutte le suite hanno un’area esterna, terrazzo o piccolo giardino privato….per alcune di queste il progetto ha portato alla creazione di piccole vasche riscaldate ad uso privato dei clienti. Acqua e verde perciò dialogano avvolti da un’atmosfera unica, vero funto di forza dell’intervento.

Lavoro pubblicato su: